Prenotazioni 0444 91 36 11 / 0444 41 46 19

Il prisma è un mezzo ottico in grado di deviare il percorso della luce verso la sua base, pertanto, l’immagine è sempre spostata verso il vertice del prisma.

Il prisma è molto usato nelle condizioni di strabismo, diplopia e alterazioni posturali, sia per la diagnosi che per la terapia.

 

Diagnosi

La stecca prismatica consente la misurazione dell’ampiezza dell’angolo di strabismo l’esecuzione di prove diplopia quando un paziente, specialmente adulto, deve essere sottoposto ad un intervento chirurgico per strabismo e l’evidenziazione delle modificazioni della posizione del capo in pazienti affetti da torcicollo oculare per nistagmo e/o strabismo.

 

Terapia

Il prisma, qualora incorporato in una lente tradizionale, può migliorare i sintomi di confusione visiva e/o diplopia, causati da alcune forme di strabismo, o indurre miglioramenti posturali in presenza di alcune forme di strabismo e/o nistagmo.

Il posizionamento del prisma davanti all’occhio del paziente richiede la conoscenza di 3 parametri:

  • potenza del prisma (in diottrie prismatiche)
  • direzione o asse del prisma
  • posizione della base

Ovviamente, i due parametri più importanti sono il valore del prisma e la posizione della base.